J.Krishnamurti.

La verità è una terra senza sentieri.

La storia dell'umanità è in voi, la vasta esperienza, le paure profondamente radicate, l'ansietà, il dolore, il piacere e tutti i credi che l'uomo ha accumulato attraverso i millenni. Voi siete quel libro. Non è stampato da nessun editore, non è in vendita. Non potete andare da nessun analista perché il suo libro è uguale al vostro. Se non leggete quel libro con attenzione, pazienza, esitazione, non sarete mai in grado di cambiare la società in cui viviamo, che è corrotta, immorale. C'è moltissima povertà, ingiustizia e così via. Ogni persona seria dovrebbe essere preoccupata da tutto quello che sta accadendo nel mondo, il caos, la corruzione, la guerra - la guerra è il più grande crimine. Per produrre un cambiamento radicale nella nostra società e nella sua struttura si deve essere capaci di leggere questo libro che siamo noi stessi, la società in cui viviamo è prodotta da ognuno di noi, dai nostri genitori, nonni, e così via. Tutti gli esseri umani hanno creato questa società, e se la società non cambierà ci sarà più corruzione, più guerre e una grande distruzione della mente umana.

Per leggere il libro che siamo noi stessi, si deve avere l'arte di ascoltare quello che il libro dice. Ascoltare implica non interpretare ciò che viene detto dal libro, ma osservarlo come si osserva una nuvola. Non potete fare niente alla nuvola o alle foglie di palma che ondeggiano nel vento o alla bellezza del tramonto; non potete alterarli. Si deve avere l'arte di ascoltare quello che dice il libro. Il libro siete voi e vi rivelerà ogni cosa.
J.Krishnamurti - The book of life - KFI

Ritiri a Casa della Pace ispirati al lavoro di J.Krishnamurti

Krishnamurti ha parlato per più di sessant'anni, fino alla sua morte, avvenuta nel 1986 all'età di novant'anni, dell'amore, della morte, della religione, della meditazione, delle questioni fondamentali della vita.
La sua opera è stata ampiamente registrata e pubblicata in libri, videocassette, DVD. E' possibile perciò andare direttamente alla fonte, senza interpreti, come lui ha esplicitamente richiesto.
A Casa della Pace, potete trovare e consultare videocassette, DVD e libri tradotti in italiano ed in lingua originale dei suoi discorsi ed è possibile trascorrere un periodo residenziale, anche individualmente, dedicato ad approfondire lo studio dell'opera di K. e di ritiro nel silenzio e quiete del posto.

Informazioni:
- La Krishnamurti Foundation Trust ha terminato di rendere disponibili a tutti, sul suo canale ufficiale su YouTube, i video esistenti dei discorsi e dialoghi di J.Krishnamurti. I video sottotitolati in italiano, che sono al momento 162. Sono accessibili da questa pagina.
-
Tra la fine di maggio e l'inizio di giugno la rubrica "Passioni" di Radio 3 ha dedicato quattro puntate a J.Krishnamurti. Si tratta di interviste a persone italiane in varie modi collegate all'eredità del grande educatore e filosofo curate da Cristiana Munzi.
Si può accedere all'ascolto in pod cast delle quattro puntate da questo link, ogni puntata dura trenta minuti.

- www.krishnamurti.it - sito italiano che offre notizie su eventi e informazioni internazionali
- Kinfonet - sito internazionale che da notizia di tutto quello che accade in collegamento con il lavoro di Krishnamurti.
- Krishnamurti Foundation Trust - sito della Fondazione inglese.
- J.krishnamurti.org - sito che raccoglie e offre tutto quello che è stato pubblicato in libri o video.
- Un introduzione al pensiero di J.Krishnamurti. Un mio articolo sulla rivista "Oltre Confine" pdf >>>

L’essenza dell’insegnamento
di Krishnamurti

 

Scritto da Krishnamurti nel 1980, su richiesta della sua biografa Mary Lutyens.

L’essenza dell’insegnamento di Krishnamurti è contenuto nella dichiarazione che fece nel 1929, quando disse: “La verità è una terra senza sentieri”. L’uomo non la può raggiungere attraverso alcuna organizzazione, alcun credo, alcun dogma, prete o rito; né tramite alcuna conoscenza filosofica o tecnica psicologica. Deve trovarla tramite lo specchio della relazione, tramite la comprensione dei contenuti della propria mente, attraverso l’osservazione e non con l’analisi intellettuale o una dissezione introspettiva.

L’uomo ha costruito dentro di sè delle immagini come barriera di sicurezza – immagini religiose, politiche e personali, che si manifestano come simboli, idee, credenze. Il fardello di queste immagini domina il pensiero dell’uomo, le sue relazioni e la sua vita quotidiana. Queste immagini sono la causa dei nostri problemi, in quanto dividono l’uomo dall’uomo. La sua percezione della vita è modellata dai concetti già stabiliti nella sua mente. Il contenuto della sua coscienza costituisce la sua intera esistenza. L’individualità è il nome, la forma, la cultura superficiale che egli acquisisce dalla tradizione e dall’ambiente. L’unicità dell`uomo non risiede nel superficiale ma in una completa libertà dal contenuto della sua coscienza, che è comune all’umanità intera. L’uomo non è quindi un individuo.

La libertà non è una reazione, non consiste nel poter scegliere. Siccome può scegliere, l`uomo crede di essere libero. La libertà è pura osservazione senza alcuna direzione, senza la paura legata a premi e punizioni. La libertà non ha motivazione; la libertà non è alla fine dell’evoluzione dell’uomo, ma sta nel primo passo della sua esistenza. Osservando, si comincia a scoprire la mancanza di libertà. La libertà va trovata nella consapevolezza senza scelta della nostra vita e delle nostre attività quotidiane.

Il pensiero è tempo; il pensiero nasce dall’esperienza e dalla conoscenza, che sono inseparabili dal tempo e dal passato. Il tempo è il nemico psicologico dell’uomo. Le nostre azioni si basano sulla conoscenza e quindi sul tempo, perciò l’uomo è sempre schiavo del passato. Il pensiero sarà sempre limitato e per questo viviamo in conflitto e lotta costanti. Non esiste l’evoluzione psicologica.

Quando l’uomo diventa consapevole del movimento dei propri pensieri, vede la divisione fra pensatore e pensiero, fra osservatore e osservato, fra colui che sperimenta e l’esperienza. Scopre che questa divisione è un’illusione. Solo allora c’è pura osservazione, che è insight senza alcuna ombra del passato o del tempo. Questo insight senza tempo produce una profonda e radicale mutazione nella mente. La negazione totale è l’essenza del positivo. Quando c’è la negazione di tutto quello che il pensiero ha generato psicologicamente, solo allora c’è amore, che è compassione e intelligenza.