Visione

Casa della Pace è un luogo molto accogliente, ci si può sentire davvero a casa. Facciamo il possibile perché gli ospiti trovino un ambiente pulito, confortevole, con ampi spazi comuni ben organizzati e un cibo sano, gustoso e interessante. Dietro a questa ospitalità c’è una visione che nasce dalla consapevolezza che siamo parte di un mondo che ci accoglie e che vogliamo rispettare. Gli esseri umani, gli animali, i vegetali e l’ambiente sono un insieme indivisibile. Questa unione del tutto, della parte con la totalità, va scoperta in se stessi e questo implica amore, attenzione, dedizione quotidiana. La connessione tra piccoli dettagli, come la scelta di una pasta biologica di grano antico, e la visione della vita può sembrare un salto troppo grande, ma è il fondamento di tutto quello che facciamo e offriamo qui. Da ciò deriva anche la nostra ricerca di coniugare la semplicità con l’eccellenza.

La preparazione dei pasti, la cura del posto, la qualità delle relazioni sono ispirate da questa visione.
Siamo attenti a ridurre quanto possibile l’impronta che lasciamo, limitando il consumo di energia, non utilizzando carne, facendo uso di prodotti biologici ed ecologici: un piccolo ma importante contributo al pianeta e ai nostri figli.
I seminari sulla cucina vegana esplorano le questioni che si intrecciano tra arte culinaria, cibo, salute, ambiente ed etica.
I ritiri basati sul dialogo e sul silenzio, che proponiamo a chi è interessato, sono strumenti per indagare profondamente e in piena autonomia la nostra dimensione interiore e per incontrare la bellezza che c’è intorno a noi. Sono ispirati dal lavoro del filosofo ed educatore J.Krishnamurti.
Chi scrive è la persona che ha dato vita a Casa della Pace e che continua a esserne il responsabile, ma molte persone, come ospiti, come amici o come volontari, di nazionalità, culture, e religioni diverse, hanno partecipato e partecipano a rendere questo posto quello che è: un luogo aperto e, nel suo piccolo, internazionale.
Casa della Pace invita ad allontanarsi dal rumore e dalle sollecitazioni mediatiche per connettersi con quello che è semplice e presente, per questo non ci sono televisori e l’accesso wi-fi a internet è limitato.